Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

CANDIDATURA DI MILANO E CORTINA D’AMPEZZO AD OSPITARE LE XXV OLIMPIADI INVERNALI NEL 2026

Data:

10/06/2019


CANDIDATURA DI MILANO E CORTINA D’AMPEZZO AD OSPITARE LE XXV OLIMPIADI INVERNALI NEL 2026

Le città di Milano e Cortina d’Ampezzo sono in gara per l’assegnazione dei XXV Giochi Olimpici invernali in programma nel 2026. La decisione finale sarà adottata dai membri del Comitato Internazionale Olimpico (CIO) durante la sessione CIO del 24 giugno 2019 a Losanna.

La candidatura italiana intende partire dal successo internazionale dell'EXPO di Milano nel 2015, capitalizzando sugli investimenti gia' in corso per i campionati del mondo di sci alpino, che proprio Cortina d'Ampezzo ospitera' nel 2021, e sul ricordo dell'ottima organizzazione delle Olimpiadi invernali di Torino nel 2006. Il masterplan prevede di ripartire gli eventi in tre regioni: Lombardia, Veneto e Trentino Alto-Adige, nelle strutture di Milano, Livigno - Bormio (SO), Predazzo - Tesero (TN) e Cortina (BL). In linea con le piu' recenti direttive del CIO contenute nell'Agenda 2020, il Piano prevede di utilizzare per quanto possibile impianti gia' esistenti, prestando grande attenzione alla sostenibilita' dei progetti e mirando a un impatto positivo di lungo periodo in termini economici, sociali e ambientali. L'obiettivo di lasciare un'eredita' duratura alle aree coinvolte e' stato al centro della pianificazione della candidatura. A vantaggio della proposta italiana giocano anche l'eccellenza degli impianti di gara, delle strutture ricettive e in generale dell'offerta turistica e ricreativa nelle aree coinvolte.

La candidatura italiana si articola su cinque obiettivi:

a) giochi per tutti. Nell'organizzazione si mirera' a creare un'esperienza entusiasmante per tutte le categorie coinvolte: atleti, spettatori, media, volontari, autorita', sponsor, aziende, famiglia olimpica e tutti i cittadini italiani;

b) sviluppo sostenibile e cooperazione nella regione alpina. Le Olimpiadi saranno uno strumento fondamentale per orientare le zone direttamente coinvolte sul percorso di uno sviluppo sempre piu' sostenibile, e rafforzare la cooperazione nel piu' ampio quadro della regione macroalpina, apportando quindi benefici economici e sociali duraturi;

c) la promozione dello sviluppo olimpico. L'obiettivo e' essere fonte di ispirazione non solo per gli atleti olimpici e paralimpici, ma a tutti i livelli, perche' lo sport e l'attivita' fisica possano diventare elementi catalizzatori per cambiare i modelli di vita;

d) le Alpi come importante meta sportiva. Si vuole rafforzare la posizione dell'Italia come primo Paese ospitante di eventi e quella delle Alpi italiane come importante polo sportivo;

e) il rafforzamento del marchio olimpico e aggiungere valore al movimento olimpico. Milano-Cortina 2026 risponde pienamente all'Agenda 2020 del CIO e alla riforma della "New Norm" adottando una filosofia di "partnership nella realizzazione degli obiettivi".

Per maggiori informazioni è possibile scaricare il dossier sulla candidatura italiana al seguente link o visitando il sito www.milanocortina2026.coni.it.


514